top of page

NEWS

Controllare le notizie online

Inail: dati statistici e novità sulle malattie asbesto correlate

 

Un documento Inail riporta dati e analisi statistiche sulla situazione delle malattie asbesto correlate in Italia. Focus sui dati statistici relativi ai decessi, al genere dei malati, alle malattie più diffuse e alla diffusione sul territorio.

 

Roma, 16 Nov – Il 4 ottobre 2023 il Parlamento europeo, come indicato nella “ Relazione sulla proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica la direttiva 2009/148/CE sulla protezione dei lavoratori contro i rischi connessi con un'esposizione all'amianto durante il lavoro”, ha approvato, con l’adozione di una direttiva, nuove norme che diminuiscono sensibilmente i limiti di esposizione all'amianto dei lavoratori, introducono l'uso di tecnologie più moderne e accurate per rilevare la presenza di fibre sottili di amianto e prevedono nuovi requisiti sui dispositivi di protezione individuali.

 

A ricordarlo è un recente documento realizzato dalla Consulenza statistico attuariale dell’ Inail -  “Le malattie asbesto correlate – Analisi statistica - 2023” – che segue analoghi documenti pubblicati nel 2022 ( Le malattie asbesto correlate - Analisi statistica - anno 2022) e nel 2021 ( Le malattie asbesto correlate - anno 2021).

 

Il documento fa il punto anche della situazione italiana ricordando che la Legge 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge di stabilità 2008), “per garantire una maggior tutela ai malati affetti da patologie legate all’amianto”, ha istituito presso l'Inail il " Fondo per le vittime dell’amianto". In particolare i beneficiari del Fondo “sono i titolari di rendita di inabilità permanente ai quali sia stata riconosciuta dall'Inail una patologia asbesto correlata per esposizione all'amianto e i titolari di rendita a superstiti dei lavoratori vittime dell'amianto individuati ai sensi dell'art. 85 del Testo Unico e successive modifiche ed integrazioni”. Si indica poi che “l’art.1, comma 116, della Legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge di stabilità 2015) ha esteso le prestazioni del Fondo, in via sperimentale, ai malati affetti da mesotelioma riconducibile a esposizione ambientale o familiare all’amianto”. Mentre la Legge 30 dicembre 2020, n. 178 (Legge di Bilancio 2021) “ha reso stabili tali benefici e a partire dal 1° gennaio 2023” e la Legge di Bilancio 2023 “ha incrementato le prestazioni rivolte ai malati professionali e non e ai loro eredi”.

Continua a leggere su: Malattie asbesto correlate: qual è la situazione nel... (puntosicuro.it)

Fonte: Puntosicuro.it

 

bottom of page